BARLETTA: L’AGENDA DIGITALE COMUNALE SEMPLIFICA E OTTIMIZZA LE ATTIVITÀ ANCHE IN EMERGENZA, CON UN SERVIZIO ON LINE CHE ...

... HA CONSENTITO DI ACQUISIRE, PROTOCOLLARE E GESTIRE CIRCA 700 RICHIESTE DI SOLIDARIETA’ SOCIALE IN SOLI 3 GIORNI!

Sempre all’avanguardia sulle scelte organizzative informatiche, anche con i buoni spesa Barletta, uno dei pochi Comuni che ha nel suo programma di mandato un’agenda digitale molto serrata, non si è smentita: in pochi giorni recepisce le disposizioni ed attiva anche la possibilità per i cittadini di richiedere i buoni spesa on line, evitando loro ulteriori difficoltà, inutili attese e soprattutto l’uscire di casa.

Nelle emergenze è fondamentale essere rapidi ed efficaci, su tutti i fronti ed in quella che stiamo vivendo si aggiunge anche l’ulteriore difficoltà del distanziamento sociale.

Lo ha avuto ben in mente il Comune di Barletta quando, a valle del D.P.C.M. 28 marzo 2020, ha rivolto il proprio pensiero alle sue migliaia di cittadini in difficoltà dai quali si aspettava altrettante richieste di buoni spesa e generi di prima necessità.   Sin da subito ha attivato la possibilità di ricevere provvisoriamente le richieste per mail, che dal 1° al 7 aprile sono state in tutto 1.608, con 5 operatori in smart working per 8 giorni lavorativi (10 giorni solari) impegnati a scaricarle, protocollarle e assegnarle alle assistenti sociali: il risultato raggiunto è stato di una media di lavorazione di 120 istanze/giorno con un impegno complessivo di 40 giorni/uomo, ma l’obiettivo era moltiplicare la capacità di ricezione per ridurre al massimo il tempo di lavorazione e risposta.    Il canale provvisorio della mail si è rivelato sin da subito scarsamente produttivo, sia perché troppo lento dal punto di vista organizzativo rispetto ad un impiego di risorse umane molto alto, e sia per la scarsa qualità del dato ricevuto, come peraltro già previsto dal Comune, perché lasciava aperta la possibilità di ricevere documenti troppo grandi o incompleti vanificando lo sforzo di ottimizzare il tempo.

Ecco quindi la scelta di abilitare un servizio on line, realizzato con hyperSIC Cloud, semplice, accessibile anche da smartphone e ad accesso libero.   Il cittadino, anche solo con il proprio telefono, accede al sito comunale e da qui con un clic apre una pagina web dedicata, dove, da subito, può fornire le informazioni necessarie alla corretta compilazione della richiesta.   Al termine ottiene un documento PDF già compilato con i dati che ha fornito ed al tempo stesso la consegna, automatizzata, del medesimo file alla PEC del Comune affinché venga registrato al protocollo generale, e, soprattutto, la sua immediata sottomissione agli operatori che devono esaminarla.

Ecco quindi che il ritmo si eleva in maniera molto significativa: dal 7 al 10 aprile 2020, cioè in soli tre giorni solari, sono state acquisite, protocollate e assegnate agli assistenti sociali, in modo completamente automatizzato, 670 istanze digitali con una media di 234 istanze/giorno ed azzerando totalmente l’impegno degli operatori in modo da poterli integrare allo staff che gestiva il servizio per l’acquisizione delle domande via telefono, rivolto ai cittadini non dotati di pc, smartphone e tablet.   Da segnalare che anche gli operatori si sono avvalsi del servizio on line per caricare le richieste telefoniche in modo da dare loro lo stesso iter di quelle ricevute on line direttamente dai richiedenti.

Per quanto riguarda poi l’erogazione del servizio, il Comune di Barletta ha scelto anche di organizzare la consegna a domicilio: ecco quindi che, una volta approvata la richiesta, gli operatori dei servizi sociali attivavano il terzo settore per procedere alla consegna direttamente a casa del cittadino. Costoro, oltre alla consegna, provvedevano a far firmare la richiesta al cittadino in modo da completare anche l’aspetto formale dell’istanza.

Il servizio è stato studiato per essere alla portata di tutti: non mette il cittadino in difficoltà se non dispone di pc, stampanti, SPID o altro perché gli è sufficiente uno smartphone.

La dirigente responsabile dell’Agenda Digitale e Transizione Digitale del Comune di Barletta, Dott.ssa Rosa Di Palma, molto prima di questa emergenza ha adottato misure organizzative in tema di transizione digitale che hanno rivelato sin da subito, ma in forma potenziata in queste settimane, il valore effettivo di aver risolto “in tempo di pace” ciò che travolge le organizzazioni “in tempo di guerra”; ad esempio la scelta di gestire i servizi comunali (anagrafe, contabilità, tributi…) con un software SaaS qualificato da AgID per il Cloud della PA e completamente web-based, come hyperSIC Cloud, ha permesso al Comune di far lavorare in smart working 105/224 dipendenti nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza e accessibilità, senza alcun intervento propedeutico e sin dal momento in cui ne è emersa la necessità.   hyperSIC Cloud consente al Comune di rimodulare le proprie attività con velocità e semplicità sfruttando quanto più possibile internet e la tecnologia web-based responsiva che ne permette l’uso con qualsiasi dispositivo, compresi smartphone e tablet.

Oltre a quelli già attivi, tenuto conto anche dei positivi risultati raccolti in queste settimane, il Comune sta lavorando per attivare molti altri servizi digitali con il fine di potenziare e facilitare sempre più la comunicazione e la relazione con i cittadini e le imprese del territorio.

 

APKAPPA sta rispondendo alle esigenze lavorative ed organizzative dei suoi Clienti con molte soluzioni per agevolare il rapporto con i cittadini ed il lavoro agile: dai servizi on line potenziati come quello di acquisizione delle richieste di buoni spesa del Comune di Barletta, all’APP Cittadino Digitale per agevolare la comunicazione verso i cittadini, ai servizi on line per ottenere certificati e documenti senza uscire di casa e molti altri simili.

Per maggiori informazioni contattare il proprio referente commerciale di riferimento o scrivere a contatto@apkappa.it.

Categoria: generale Tags: BUONI SPESA, digitalizzazione PA, saas, saas qualificato AgID, servizi on line,

Tag cloud

118 126 190 2014 33 66 730 770 80 euro a.p.systems abi ABI36 ACCADUEO acquistinrete agenda digitale agenzia delle entrate aggiornamento agid albo alessandria amministrative amministrazione anac anagrafe anagrafe nazionale popolazione residente anci ancilab anpr anticorruzione anusca anutel apertura APKAPPA APKSer APKservice app APP CITTADINO DIGITALE appmanager apser apsystems Aran archivio armonizzata armonizzazione assembramento assessore assistenza avvisi banca banca d'italia bilancio biologico bonifica dati bonifici bonifico bonus bpf BRESCIA COMUNALE browser BUONI SPESA cad calcolo on line cam candidati carta d'identità cartacea carta d'identità elettronica catalogo servizi cloud catasto CCB CCNL censimento certificati CERTIFICATO certificazione annuale certificazione unica chrome cie circolare 43 cittadino cittadino digitale civile cloud cloud della pa codice amministrazione digitale codifica 118 codogno comparto funzioni locali compatibilità comuni Comunicato stampa comunicazioni comunità isolane comunità montane conservazione conservazione digitale consolidato contabile contabilità conto annuale Conto annuale 2017 conto annuale 2018 contratti convegno cookie coppie di fatto coronavirus corso corte dei conti COVID-19 crescita CRGP criteri minimi ambientali csp cu cu2015 CU2016 cud cuneo customer satisfaction dat dds ddservice decreto legislativo decreto renzi delibera dematerializzazione demo demografici denunce denunce annuali digitale digitalizzazione digitalizzazione PA disciplina dispatching disposizioni anticipate di trattamento distretto di roma divorzio dl 66 documento DUP Ecomondo 2018 efattura eidas elettorale elettorali elezioni espatrio European Utility Week 2019 f24 facciamo il punto facebook fascicolo elettorale fattura Fattura attiva Fattura Elettronica fatturaPA fatturazione elettronica fatture fax finanziamenti europei finanziario fip Firefox firma digitale firma grafometrica fiscale flussi flusso flusso mandati formazione Formazione per gli Enti Locali fornitore garante gestione documentale gettito giornaliero giunta google google+ H2O hda help desk hypersic ict2009 identità digitale illuminazione ims imu imu agevolata ina-saia informatico informativa informatizzazione INPS integrazione dati intermediario internet interno interruzione ip istanze on line ISTAT iuc iva labelab LAC 2018 lavori lavoro agile legalmail leva Light + Building 2018 liste anagrafiche comunali liste elettorali liste sezionali Luminibus maggioli manuale marketplace della pa mascherine antivirali mensa mepa militare minimaster ministero mobile modelli 3D modello modello 3d MONIT/18 monitoraggio monitoraggio 2018 Mostra Internazionale dell'Acqua mozilla NB-IoT network norma NPAPI nuovo esercizio finanziario oil online opi ordinativo ordinativo informatico locale organizzazione pacchetto pagamenti pagamenti elettronici pagamento pago pagoPA pareggio di bilancio PCC pdf pec personale piano piano triennale per l'informatica piattaforma certificazione crediti plugin poodle portale posta elettronica certificata prefettura premio presenze pretorio previsione privacy procedimenti amministrativi digitali procedimento processo programmazione proroga protocollo protocollo informatico qualificato qualificazione questionario RECO referendum regione lombardia registro registro giornaliero di protocollo residui reverse charge RGP riaccertamento riapertura rilevazione presenze rinnovamento risparmio energetico risultati risultati elettorali saas saas qualificato AgID scadenzario scarto scheda di monitoraggio scissione scuola segreteria sepa separazione service servizi servizi a domanda individuale Servizi a Rete Tour 2019 servizi cimiteriali servizi on line servizio servizio idrico integrato SICO sicurezza simulatore sindaco siope Siope plus siope+ siopeplus sistema di ticketing sito SMAQ smart smart city smart lighiting Smart Lighting smart metering smart technologies smart working smartphone social sogei spending review sperimentatori sperimentazione Spesometro spid split split payment sportello SSLv3 stampe F24 Standard OPI statistiche stato civile stipendi straordinario strategia studio k subentro system tablet tari tasi team team per la trasformazione digitale tecnici Teleassistenza telegestione tesoreria testamento ticket ticketing timbro digitale TLS tosap trasmissione trasparente trasparenza tributi twitter unico UNIEMENS unione di comuni unioni unioni civili versamento Vodafone web web-based webinar webservices wss XXV Assemblea ANCI XXXV Assemblea ANCI

In primo piano

APKAPPA esporrà al "Light + Building 2018", il più grande evento internazionale per le tecnologie dell'illuminazione

APKAPPA esporrà al "Light + Building 2018", il più grande evento internazionale per le tecnologie dell'illuminazione

Anche quest'anno la nostra azienda sarà presente come espositore di tecnologie innovative per i sistemi di pubblica illuminazione a Francoforte sul Meno, dal 18 al 23 marzo 2018

COMUNICATO STAMPA: Dall'unione di due eccellenze nasce APKAPPA

COMUNICATO STAMPA: Dall'unione di due eccellenze nasce APKAPPA

Dal 1° gennaio 2018 APKAPPA è la nuova società del Gruppo Maggioli che riunisce le eccellenze tecniche e di servizio di due protagonisti storici del processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione Italiana, A.P.Systems e Studio K.

a.p.systems è conservatore accreditato AgID

a.p.systems è conservatore accreditato AgID

a.p.systems ha ottenuto l'iscrizione all'elenco dei conservatori, tenuto dall'Agenzia per l'Italia Digitale, a riconoscimento da parte della stessa AgiD che il sistema di conservazione digitale dei documenti APSer.Archivio del più elevato livello in termini di qualità e sicurezza.

web-based, il Consiglio di Stato fa chiarezza

web-based, il Consiglio di Stato fa chiarezza

I sistemi informativi comunali moderni, ma non solo loro, hanno necessità di superare facilmente le "mura" della propria struttura interna ed essere fruibili attraverso internet, con le dovute cautele sugli accessi. Ed affinché tale caratteristica porti i vantaggi, anche economici, sperati è importante che i sistemi siano WEB-BASED. Ma cosa vuol dire che devono essere web-based? Ce lo spiega, definitivamente, una sentenza del Consiglio di Stato pubblicata lo scorso febbraio ...